La rosacea: cos’è e come può essere curata - Medeste | Health & Beauty
La rosacea è una patologia che interessa prevalentemente la parte centrale del volto e provoca la comparsa di papule, pustole e capillari dilatati.
rosacea, acne rosacea, dermatosi infiammatoria, rinofima, rossore, patologia vascolare, medicina, dermatologia, pelle, salute,
617
post-template-default,single,single-post,postid-617,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0.2,qode-quick-links-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-13.0,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
 

La rosacea: cos’è e come può essere curata

La rosacea: cos’è e come può essere curata

L’acne rosacea, definita comunemente rosacea, è una dermatosi infiammatoria cronica della pelle che interessa, nella maggior parte dei casi, la parte centrale del volto (fronte, guance, naso). Sulla sezione di cute colpita dalla rosacea, si notano la presenza di papule, pustole e capillari dilatati (teleangectasie) e un vero e proprio arrossamento che, con il trascorrere del tempo, può divenire sempre più persistente. In alcuni casi, la rosacea può provocare l’ispessimento dei tessuti colpiti; se questi riguardano prevalentemente il naso, che assume un aspetto bulboso e gonfio, si parla di rinofima. Seppure imita per certi aspetti il comportamento dell’acne, la rosacea si distingue da essa per via dell’età di manifestazione e per la mancanza di lesioni comedoniche.

Cause della rosacea

Attualmente le cause sono sconosciute. È probabile che la rosacea abbia origine vascolare e che sia provocata da fattori ambientali e dalla predisposizione genetica. Tra i fattori scatenanti si possono menzionare: rossore da stimoli emotivi (ansia, eccitazione, paura), esterni (caldo, freddo, sforzo fisico), fisiologici (digestione, assunzione di bevande alcoliche, ingestione di cibi piccanti), iatrogeni (assunzione di farmaci vasodilatatori o antipertensivi). Inoltre, l’origine della rosacea potrebbero essere dovuta ad un batterio, l’Helicobacter pilori, e ad acaro, il Demodex folliculorum.

 

Terapia dermatologica

La patologia deve essere curata mediante specifici farmaci prescritti unicamente dal dermatologo, previa visita specialistica. È necessario intervenire rapidamente perché, se sottovalutata o non trattata tempestivamente, la rosacea può progredire causando esiti alteranti per le sezioni di cute interessate. L’assunzione di antibiotici e l’uso di determinati topici permettono di ottenere un miglioramento clinico che può essere coadiuvato dall’applicazione di creme solari protettive, poiché i raggi UV possono aggravare la rosacea. Inoltre, qualora compaiano anche le teleangectasie, si possono avere risultati molto positivi mediante il trattamento con il laser ND-YAG, laser vascolare che determina la risoluzione di questi inestetismi.